July 2020

VINCITORE RED DOT 2020 - BENU TALENT FR

Il velluto per esterni BENU TALENT FR è un'innovazione tessile e una novità mondiale. Oltre a suscitare molto interesse, ha impressionato la giuria Red Dot.

Dichiarazione della giuria: "La sostenibilità è stata al centro del design di questo tessuto velour con il suo alto livello di versatilità e un'ampia gamma di possibili usi"

Il velluto BENUT TALENT FR, che Christian Fischbacher ha lanciato nell’anno del giubileo 2019, convince su tutti i fronti. Il 70% del filo impiegato proviene da bottiglie in PET usate. Questo prodotto riciclato di alta qualità è resistente alle intemperie e alla luce, il che lo rende adatto sia per interni, sia per gli esterni. Essendo ignifugo può essere impiegato anche in ambienti pubblici e hotel, come tessuto decorativo o per arredi. Infine, ma non meno importante, va sottolineata la sua caratteristica di estrema morbidezza al tatto. Questo tessuto di tendenza esprime la propria bellezza sia su mobili di forma classica, Mid-Century, sia su forme lineari, di design contemporaneo. Il pelo sottile dona ai colori particolare luminosità e brillantezza. Il resistente tessuto BENU TALENT FR è disponibile in 30 colorazioni: dalle tonalità neutre, passando per i luminosi colori outdoor, fino ad arrivare alle classiche ed eleganti cromie del velluto. Grazie alle sue speciali proprietà, questo lussuoso velluto per la prima volta può essere usato anche all‘esterno. La tendenza del mercato ne è la prova: indoor e outdoor si fondono senza soluzione di continuità l‘uno nell‘altro.

L’ecosostenibilità è oggi uno dei valori fondamentali della filosofia di Christian Fischbacher. Già 10 anni fa l’azienda tessile è stata tra le prime del settore a sviluppare tessuti decorativi e d’arredo realizzati partendo da bottiglie in PET riciclate e scarti di stoffe dell’industria della moda. Per Camilla Fischbacher, art director e iniziatrice della collezione BENU®, si è trattato sin dal principio di una rivoluzione culturale: non considerare le bottiglie di plastica usate come rifiuti ma come materia prima. “Abbiamo sempre creduto al valore dei prodotti riciclati e continuiamo a farlo tutt’oggi. Il successo di BENU® conferma che siamo sulla strada giusta”, sostiene Camilla Fischbacher.